Perdita di peso involontaria

La perdita di peso può causare dolori articolari. Le patologie dei dolori articolari

Sintomi I dolori articolari possono colpire qualsiasi parte di un'articolazione, dalle ossa alle cartilagini, inclusi anche i tendini, i legamenti e le sacche contenenti liquido sinoviale che proteggono le articolazioni evitando gli attriti e attenuando gli urti.

la perdita di peso può causare dolori articolari

Non solo, i dolori possono concentrarsi sull'articolazione colpita ad esempio ginocchio o gomito o coinvolgere una regione più ampia del corpo come la schiena. Fra i possibili disturbi che possono essere associati ai dolori la perdita di peso può causare dolori articolari sono inclusi arrossamenti della pelle, gonfiore, sensibilità al tatto, surriscaldamento dell'area circostante l'articolazione, debolezza, rigidità dell'articolazione e difficoltà di movimento.

Altre volte, invece, i dolori articolari possono portare a zoppicare.

la perdita di peso può causare dolori articolari

Inoltre in caso di infezione possono essere associati a febbre e brividi. D'altra parte, se il dolore non è causato dall'artrite anche mantenersi attivi è importante.

la perdita di peso può causare dolori articolari

In alcune patologie è possibile sfruttare invece i benefici della terapia del calore. Fra le alternative disponibili per una terapia con il calore sono inclusi bagni in acqua calda e comode fasce autoriscaldanti. Infine, anche i massaggi e lo stretching possono aiutare a risolvere il problema.

la perdita di peso può causare dolori articolari

In particolare, è bene rivolgersi a un esperto se i dolori articolari sono associati a febbre ma non a sintomi influenzali, in caso di perdita di peso ingiustificata almeno kgse il dolore alle articolazioni è molto intenso e dura da più di 3 giorni, se le articolazioni hanno una forma alterata e se i fastidi sono forti, improvvisi e associati a gonfiore, soprattutto se non sono presenti altri sintomi che potrebbero giustificarne la comparsa.

Una volta dal medico è importante saper descrivere bene il dolore con cui si ha a che fare. Verrà chiesto quali sono le articolazioni coinvolte; da dove sono partiti i dolori articolari e se è la prima volta che se ne soffre; quanto spesso colpiscono e se compaiono improvvisamente, forti, o se iniziano lievi, aumentando lentamente; se peggiorano o migliorano con il riposo, con il movimento o con l'assunzione di farmaci; se in alcune posizioni è più semplice sopportarli e se sono più forti in alcuni momenti della giornata, in particolare al mattino.

la perdita di peso può causare dolori articolari

Il medico cercherà di risalire alle cause del dolore con un'anamnesi attenta, cercando di capire se possa dipendere da un trauma o da un'infezione. In alcuni casi potrebbero essere prescritti degli esami diagnostici, ad esempio analisi del sangue o radiografie, in modo da definire le terapie più adatte al caso.

la perdita di peso può causare dolori articolari

Potrebbe anche essere necessaria una dieta per perdere i chili di troppo che sovraccaricano le articolazioni. Alcuni alimenti sembrano aiutare a prevenire i dolori alle articolazioni mantenendole in salute, ad esempio i broccoli e i cibi ricchi di magnesio.

Il Mio Medico - Dolori articolari: le cause

Anche curcuma e zenzero sembrano aiutare a combattere infiammazione e dolore, ma né l'alimentazione né integratori o rimedi naturali sono una medicina dalle proprietà miracolose, e chiedere consiglio al farmacista o al medico resta la scelta migliore.