Dieta per morbo di Crohn - Dott. Prof. Antonio Iannetti

Come perdere peso malattia di crohn, Morbo di crohn, dieta e alimentazione: cosa mangiare e cosa evitare

Ultima modifica Cos'è il Morbo di Crohn? Statisticamente, il tratto più colpito è l'intestino e, per la precisione, la porzione dell'ileo terminale tratto finale dell' intestino tenue ed il crasso.

Certe complicanze, manifeste in fase acuta, possono compromettere gravemente il metabolismo e gli organi circostanti la zona colpita peritoneovescicauretrautero ecc. E' molto importante sottolineare che, in fase non acuta, il morbo di Crohn non provoca grossi problemi; solo al momento del passaggio alla fase acuta, si possono manifestare i sintomi e le complicanze di cui tratteremo in seguito.

come perdere peso malattia di crohn

Perché Insorge? Come anche la retto-colite ulcerosail morbo di Crohn è una malattia cronica ed infiammatoria della quale, per il momento, si ignorano sia l' eziologia precisa, sia la cura definitiva. Le uniche certezze riguardano: Il coinvolgimento del sistema immunitario nella mucosa che, attivato inappropriatamente dalla presenza della flora batterica fisiologicainterviene negativamente danneggiando il tessuto. La predisposizione genetica alterazione del gene NOD2.

Alcuni fattori ambientali tra i quali, soprattutto, l'utilizzo di antinfiammatori non steroidei ed il tabagismo. Sintomi e Diagnosi Per approfondire: Sintomi Morbo di Crohn Il morbo di Crohn insorge prevalentemente in giovane etàma non sono da escludere casi atipici di rivelazione tardiva.

I primissimi sintomi sono: febbredolore sordo che peggiora alla palpazione localizzato in sede addominale, quadrante inferiore destro e diarreatalvolta con presenza di sangue occulto. La diagnosi non è complessa e riguarda, in prima battuta, la percezione tattile di masse irregolari e dolenti nella fossa iliaca destra. La diagnosi deve necessariamente escludere altri disturbi dai sintomi analoghi o sovrapponibili retto- colite ulcerosa e appendicite infettiva.

Interessando il tubo digerente, in particolare l'intestino, è inevitabile che il morbo di Crohn possa avere un impatto negativo sullo stato nutrizionale del portatore, determinando possibili carenze.

Dimagrimento eccessivo: forse è colpa del morbo di Crohn

Limitato: se interessa solo l'ileo terminale ed il crasso. Tra queste: stenosifistoleperforazione ed ascessiche richiedono un intervento terapico di natura chirurgica. Non sono rare le compromissioni di natura cutanea come l' eritema nodoso o altri come l' artritele lesioni epatiche, la riduzione dell'albumina sierica e la trombosi venosa.

Tornando alle complicazioni nutrizionali, è necessario sottolineare che la compromissione dell'equilibrio intestinale causato dalla malattia provoca diarrea acquosa e, talvolta, steatorrea.

You need to have JavaScript enabled in order to access this site.

E' quindi deducibile che il quadro di malnutrizione possa risultare parecchio eterogeneo e sfociare in varie problematiche, alcune delle quali tutt'altro che trascurabili.

Conseguenze del Malassorbimento Infatti, oltre alle carenze specifiche che approfondiremo in seguitoun grave malassorbimento intestinale causato dal morbo di Crohn è in grado di provocare Ritardo della crescita nei soggetti in accrescimento. Defedazione o, nei casi più gravi, cachessia.

Vengono comunque impiegati certi derivati dell' aspirinacorticosteroidi e soppressori del sistema immunitario. Carenza di Vitamina B12 La zona più colpita dal morbo di Crohn è l'ileo terminale, ovvero il tratto nel quale viene captata la Vitamina B12 o cobalamina e dove vengono riassorbiti i sali biliari immessi dalla cistifellea durante la digestione.

Peraltro, la cobalamina è implicata nella sintesi dell' acido nucleico DNA e regola il metabolismo dei glucididei lipidi e delle proteine. Ricordiamo che, in un soggetto sano, la vit B12 dovrebbe essere conservata nel fegato in grandi quantità; pertanto, la carenza si manifesterebbe solo nel lungo termine.

Dieta Morbo di Crohn

Altri segni legati al deficit di vit B12 sono: debolezza, palloreitterostanchezza, lingua liscia, pruriginosa e molto rossa, formicolii, ridotta percezione del dolore, irritabilità, mal di testatendenza alla depressioneriduzione dell'efficienza mentale, compromissione dell'equilibrio ed alterazioni del sonno.

In ultimo, ma non certamente meno importante, la possibile alterazione del feto in gravidanza. Trattandosi di un fattore metabolico cellulare molto importante nella sintesi nucleica, la carenza di vit B12 aumenta fino a cinque volte la possibilità di malformazioni irreversibili. Se ne evince che una donna gravida e malata di Crohn debba necessariamente integrare questa vitamina come perdere peso malattia di crohn maniera più accurata di una normale.

Altre Vitamine Anche il riassorbimento dei sali biliari avviene nell'ileo terminale.

come perdere peso malattia di crohn

A dire il vero, la mancata captazione di questi liquidi non comporta un grosso problema per la salute; tuttavia, rimanendo nel lume intestinale, questi hanno la capacità di trattenere gran parte della porzione grassa alimentare, cattive abitudini di perdita di peso steatorrea e riducendo l'assorbimento di altri nutrienti.

Ecco perché alcune molecole liposolubili, tra cui principalmente vitamine, vengono espulse continuamente lasciando emergere, in certi casi, un quadro di carenza. Nel morbo di Crohn è frequente l'alterazione della flora batterica intestinaletalvolta strisce verticali o orizzontali dimagranti stimolata, mal nutrita o addirittura modificata a causa della steatorrea e della compromissione generale dell'intestino.

Ricordiamo che i batteri fisiologici sono responsabili, almeno in parte, della produzione di alcune vitamine; questa è la ragione per cui un'eventuale compromissione è in grado di peggiorare ulteriormente l'apporto dei nutrienti.

Xango prodotto di perdita di peso oggi. Calendario fitness perdita di peso yoga

Le vitamine principalmente coinvolte nel malassorbimento lipidico sono la vitamina K o antiemorragica e la vitamina D o calciferolo. E' doveroso specificare che la maggior parte della vitamina D è prodotta a livello endogeno e che, tranne nei casi in cui il soggetto non è mai sottoposto all'esposizione ai raggi solariraramente il morbo di Crohn determina come perdere peso malattia di crohn di carenza molto gravi.

Diarrea La diarrea acquosa del morbo di Crohn, diversa dalla steatorrea già descritta anche se, talvolta, sono presenti entrambeè provocata soprattutto dalla riduzione dell' assorbimento glucidico. Gli zuccheri non assorbiti e che rimangono nel lume intestinale possono provocare due effetti collaterali ben distinti: Esercitare un potere osmotico sulla mucosa e richiamare acqua dai tessuti all'interno del lume, causando diarrea e disidratazione ; Aumentare la proliferazione della flora batterica per effetto prebiotico degli zuccheri stessi.

Sali Minerali La diarrea provocata dal morbo di Crohn è spesso la causa dell'alterazione ematica dei livelli di calciomagnesio e potassio. Questa si manifesta con l'insorgenza di alcuni disagi nervosi periferici e muscolari ; in particolare, crampi e riduzione dell'efficienza di contrazione.

Dieta Morbo di Crohn

Raramente si giunge a livelli di carenza avanzati e più rischiosi per la salute. In genere, la carenza è compensata dall'utilizzo di integratori alimentari o soluzioni parenterali.

come perdere peso malattia di crohn

Dieta per la Fase Acuta Il regime alimentare da adottare in fase di acuzie è leggermente diverso da quello per la fase di normalità; non tanto per il tipo di nutrienti, quanto per la forma chimica di assunzione. L'unica differenza veramente sostanziale è quella della fibra ; da evitare assolutamente in fase acuta, è invece un valido aiuto come perdere peso malattia di crohn prevenirne l'insorgenza nelle giuste tipologie e quantità.

Nel primo caso, è necessario mettere a riposo l'intestino ma, contrariamente a quanto avviene nella retto-colite ulcerosa, non è sempre necessario adottare un tipo di nutrizione parenterale endovenosa.

Al contrario, se possibile, è da prediligere quella enterale, cioè mediante una sonda inserita nell'apparato digerente attraverso la bocca, a base di nutrienti semplificati ripartizione equilibrata ; queste soluzioni non richiedono un impegno digerente significativo e quasi non sollecitano il riversamento dei succhi digestivi.

Dimagrimento eccessivo: forse è colpa del morbo di Crohn - Genius Wellness

La via parenterale è invece utilizzata per l' integrazione. In particolare, le iniezioni vengono destinate alla somministrazione di grossi quantitativi di vit B12 ed altre vitamine, quasi tutte incamerate dal fegato; nei casi più gravi, la via endovenosa flebo è impiegata per ripristinare l'equilibrio idrosalino.

Alcuni specialisti scelgono di arricchire i liquidi per la nutrizione enterale in fase acuta con certi elementi specifici, in modo da fornire un ulteriore supporto alla terapia farmacologica. Ad esempio, vengono spesso aggiunti: Omega 3 : per la loro azione antinfiammatoria.

Glutammina e acido butirrico che è a catena corta : per la loro capacità di nutrire le cellule intestinali enterociti. Prebiotici: per mantenere il trofismo della flora batterica saprofita ; a tal proposito, non tutti sanno che, oltre a fungere da barriera contro le infezioni, questi microorganismi producono vitamine e molecole che nutrono gli enterociti acidi grassi a catena corta e poliammine.